Il nostro 2019

2019

 

Il nostro 2019 è stato ricco di novità, nuovi dischi, nuovi eventi qua e là per le città italiane e nuovi connessioni.

Capita molto spesso, che alla fine dell’anno si faccia “il punto della situazione”, guardando i mesi appena trascorsi, scrutando dati e risultati. Noi lo facciamo, certo, ma preferiamo controllare il contenuto. E crediamo di aver dato tanto quest’anno in termini di release. Un catalogo underground sempre più ricco e variegato nelle sue forme artistiche, connessioni per tutta la penisola italiana, con lo sguardo volto sempre a ciò che accade fuori dai nostri confini anche perchè noi dei confini, ce ne importa un gran poco.

Il primo dato che balza all’occhio sono gli ascolti: più di 250.000 ascolti. Siamo una realtà piccola, no-profit, autogestita ed indipendente e crediamo che certi risultati arrivino solamente dal contenuto e non dalle campagne marketing che possono essere messe in piedi. Il grande successo in termini d’ascolti va a tutti e tutte gli artisti ed artiste della nostra realtà, nessuno e nessuna escluso. Piccoli mattoncini o grandi fondamenta per il futuro, poco importa: importa aver condiviso con più persone possibili musica, messaggi, cultura dal basso.

Il 2019 ce lo ricorderemo come l’anno nel quale ci siamo lanciati verso una nuova regione italiana. Nati e cresciuti nelle steppe lombarde e bresciane, abbiamo deciso di vivere in prima persona questa nuova avventura, modificando tanto delle nostre vite private e lavorative. Dopo quasi un anno e mezzo circa, di studio e di preparazione a Luglio 2019 ci siamo anche trasferiti in Ligura nelle città di Genova e Savona dove assieme al coordinatore locale Andrea Bottaro, siamo riusciti a creare una prima progenie stabile e solida della nostra realtà. Nel frattempo, Stefano Zorba ha preso le redini del coordinamento lombardo seguendo ed interagendo con le nuove generazioni.

Quest’anno una bella parola ci va di spenderla per i fratelli e le sorelle che sono distanti. Che abitano qua e là per l’Italia. Persone che abbiamo conosciuto grazie alla rete e con loro stiamo costruendo assieme nuovi progetti. Grazie a Smashroom I Need, Emilya Ndme, Next Station, Slow Wave Sleep: ci separa spesso la distanza in termini di kilometri ma non la nostra voglia di fare musica con tutti voi. Grazie, ovviamente, anche a chi ci è vicino: Dub Archive, Fronte Unico, Obeah, Supahfly, RNC LAB, Road to Zion, The Atheist, Barra1, Markeone.

 

E per il 2020? Preferiamo preparare lo zaino e viaggiare. Sarà un’anno ricco di viaggi, partecipazioni, musica e release.

– Ascolta il meglio della nostra discos direttamente su Spotify

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *